itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

Vantaggi, solo vantaggi, di una scelta di vita che è come vincere al Lotto

Finlandesi si nasce? Sicuro, e per i nativi è un privilegio, tanto che vige sempre il vecchio adagio: On lottovoitto syntyä Suomeen (nascere in Finlandia è un terno al lotto). Non solo ve lo dicono, ma in qualche caso addirittura ve lo cantano!  E tuttavia non perdete la speranza, voi che, per dire, siete nati semplicemente italiani. Nel 2016 oltre 9300 persone hanno richiesto la cittadinanza in Finlandia, e molti ci sono riusciti. Ecco l’esperienza di uno di questi neofinlandesi.

Quasi come in un film di spionaggio, la mia foto è su un altro passaporto. Il mio nome, la mia data di nascita, tutto è corretto, persino l'alce che corre. Al contrario dei film, il passaporto non è però un falso: alla voce “Cittadinanza” di un modulo posso ora scrivere finlandese senza commettere spergiuro. Posso votare per le elezioni politiche, addirittura candidarmi, scegliere il presidente e sottoscrivere leggi di iniziativa popolare. Il nuovo passaporto non mi facilita i viaggi all'estero, come quello italiano dà accesso a 156 Paesi senza richiedere un visto in anticipo, ma posso viaggiare senza documenti in tutti gli Stati nordici. L'età mi esonera dall'obbligo militare, ma non posso scappare dalla “regola dei tre anni” per cui cittadini finlandesi che si trasferiscono all'estero sono tenuti a pagare tasse in Finlandia per, appunto, tre anni. La cittadinanza rende anche pratiche burocratiche più semplici, come ad esempio mantenere la previdenza sociale o rientrarci dopo un trasferimento all'estero.

Mi chiedo se ci siano anche doveri non scritti come indossare i sandali coi calzini, passare la notte del 6 dicembre davanti alla TV a seguire il ballo presidenziale o mettere l’ananas sulla pizza.

Oltre a poter cantare Toto Cutugno e Kari Tapio con la stessa intensità, c’era un altro vantaggio: possedere una carta d'identità del colore del cielo, invece di una dai toni vagamente fecali che ti scheda immediatamente come immigrato.

Carta d’identità per cittadini finlandesi e per stranieri. Si noti come Trevor Traveller sia molto più minaccioso di Matti Matkailija.

Recentemente però le autorità devono aver notato la pratica da leggi razziali e ora le carte d'identità entrambe blu e molto più simili tra loro, ma quella per stranieri contina a non essere un documento valido per l'espatrio.

Come si fa a diventare finlandesi?

In genere chi possiede già un passaporto dell'Unione Europea non intrapende la trafila burocratica per diventare cittadino finlandese, ma negli ultimi anni c'è stata una crescita di richieste dovuta non solo a un incremento dei flussi migratori, ma anche a eventi come Brexit che hanno spinto molti residenti britannici a richiedere la cittadinanza per mantenere un passaporto UE. In Finlandia ci sono circa 85000 stranieri cui è stata data cittadinanza finlandese, una buona parte russi (27000), tanti svedesi (7000, per cui è estremamente facile ricevere la cittadinanza), poi somali (4600), estoni (4600) e americani (3900); gli italiani non compaiono nelle prime dieci nazionalità originarie.

Sia l’Italia che la Finlandia ammettono cittadinanze multiple, quindi non è necessario rinunciare alla cittadinanza di nascita per diventare neofinlandese. I requisiti non sono particolarmente rigidi né fantasiosamente burocratici, soprattutto se paragonati ad altri Paesi. Non bisogna fare giuramenti sulla bandiera, subire un terzo grado sulla storia della nazione, e il periodo di residenza continua richiesto (da due a cinque anni) non è eccessivo. L’unico vero scoglio è dimostrare di avere sufficiente conoscenza di una delle lingue ufficiali, finlandese o svedese.

Il temutissimo YKI

Il modo più comune per farlo è attraverso l’yleinen kielitutkinto (YKI), un test standardizzato che si tiene 3-4 volte all’anno in date fisse e in scuole sparse per tutto il territorio. Per la cittadinanza è necessario almeno il livello intermedio (keskitaso). Da notare che i posti sono limitati è la domanda è alta, e soprattutto nella zona della capitale i posti disponibili finiscono nel giro di pochissimi minuti dopo l’apertura delle iscrizioni online. 

Il test è diviso in quattro sezioni: comprensione orale e scritta, espressione orale e scritta. Per la cittadinanza è sufficiente passare almeno una sezione orale e una scritta, non necessariamente nello stesso test. Il test non ha scadenza e lo si può affrontare tutte le volte che si vuole, se si è disposti a sborsare 123€ ogni volta ed essere rinchiusi in un’aula per almeno 5 ore senza cellulare né documenti.

Personalmente ho trovato il test non banale ma nemmeno impossibile, il livello richiesto non è stratosferico (sul sito dell’università di Jyväskylä, l’ente organizzatrice, si possono leggere e ascoltare degli esempi di ciò che è ritenuto sufficiente).
Quando feci il test, forse ironicamente, una delle tracce dei temi per lo scritto era “La Finlandia ha bisogno di più immigrati?”. Magari se la deriva nazionlista continua in futuro ci saranno domande come Puoi giustificare la tua presenza in Finlandia? oppure Ma perché non te ne torni a casa tua?

In ogni caso, questo blog in inglese è un eccellente sommario di tutto quello che si trova online sull’YKI, come prepararsi e come affrontare il test.

Visto l’alto numero di partecipanti, ci vogliono un paio di mesi prima che la busta con risultati dell’YKI arrivi nella propria cassetta delle lettere.

Enter Finland

Con tutti i documenti in ordine si può iniziare la procedura e compilare il modulo KAN1 di richiesta di cittadinanza elettronicamente nel portale Enter Finland. L’applicazione online è anche meno costosa di quella cartacea, 350€ al posto di 400€.

Una sezione che può essere annosa è la 3.1, in cui bisogna riportare tutti i viaggi all’estero fatti durante il periodo di residenza richiesto, nel mio caso quattro anni (essendo sposato con una finlandese me ne è stato scontato uno dai cinque standard). Viaggiando spesso per lavoro ne avevo oltre 200 e, non potendo elencarli tutti, ne ho raggruppato alcuni come “2-3 visite all’anno di 1-2 settimane in Italia”, e pare sia stato sufficiente.

I documenti richiesti come il passaporto, la ricevuta dell’ultimo stipendio, il certificato dell’YKI, ecc. vanno scansionati e allegati. L’ultimo passo è il pagamento, che si può fare via online banking oppure con carta di credito.

Per avviare la procedura ufficialmente bisogna visitare uno degli sportelli del Migri, anche su appuntamento, per confermare la propria identità e mostrare i documenti originali.

enterfinland

Sul portale enterfinland.fi si può seguire tutto l'iter della propria domanda di cittadinanza

Poi inizia l’attesa, in media 8-9 mesi che possono diventare 16 se servono chiarimenti. Nel mio caso sono bastati sei perché mi arrivasse una notifica che dovevo fornire di nuovo informazioni più recenti sul mio stipendio e i miei viaggi all’estero per i mesi trascorsi dal momento dell’invio della domanda. Un paio di giorni dopo aver fornito le informazioni mancanti, sempre online senza bisogno di andare allo sportello, mi arriva un SMS che mi comunica che sono giunti a un verdetto sulla mia richiesta.

sms

In molti paesi si dà il benvenuto al nuovo cittadino e si prende parte a una cerimonia ufficiale, come nel Regno Unito o nella vicina Svezia. Nella pragmatica Finlandia la celebrazione avviene via un pdf bilingue con informazioni pratiche e, eccezionalmente per il centenario, una seconda pagina congratulatoria.Nel memento in cui uno diventa finlandese, capisce che aver vinto al Lotto è di per sé una gran festa, e non è il caso di farlo sapere troppo in giro...,

 cittadinanzaPer completare l’anticlimax, il nuovo passaporto si può ritirare comodamente al R-Kioski sotto casa assieme a un biglietto del Lotto e un caffè annacquato (a spese proprie) che, nonostante la doppia cittadinanza, non riuscirò mai ad apprezzare.

Questo articolo è un resoconto personale e non intende essere un vademecum completo, ci sono altri modi per acquisire la cittadinanza e per dimostrare la conoscenza della lingua. Per tutte le informazioni visitare il sito del Migri o Infopankki.

La Rondine - 23.7.2017

 

Eventi

  • 100 anni di foto
  • Canzonetta Nova a Roma
  • MATKA 2018
  • Caravaggio & Co.
  • “Nuntii Latini” chiude?

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

Leggi tutto

A Roma, nella Basilica di San Giacomo in Augusta, giovedì 18 gennaio (ore 19) si tiene un concerto del coro finlandese Canzonetta Nova diretto da Elina Rantamäki, con Mikko Haapaniemi all’organo. Si eseguono musiche di J. S. Bach, Kaj-Erik Gustafsson, Toivo Kuula, Juhani Haapasalo, Morten Lauridsen, Leevi Madetoja, Jaakko Mäntyjärvi, Einojuhani Rautavaara, Heinrich Schütz, Jean Sibelius.

Leggi tutto

È giunta alla sua trentaduesima edizione la Matka Nordic Travel Fair. A Helsinki, dal 17 al 21 gennaio 2018, si tiene la fiera internazionale leader di settore in Nord Europa. Gli amanti dei viaggi e i curiosi di esperienze in paesi lontani avranno modo di trovare la destinazione più attraente per il prossimo anno. Gli espositori presentano destinazioni e suggerimenti a lungo raggio in Africa, Asia, America e Australia. Matka Nordic invita i visitatori a conoscere le più svariate destinazioni e un buon numero di paesi esotici.

Leggi tutto

Viviamo, è noto, l'epoca delle “scoperte” caravaggesche: le ossa, i celebri (e dubbi) “100 disegni mai visti” invece pare noti, la seconda Giuditta dipinta a Napoli nel 1607, forse copia di un originale mai pervenuto. Responsabilità dei media, oltre che degli storici dell’arte, ma anche dell’industria delle mostre, cui serve qualcosa da lanciare sul mercato per attirare un pubblico abituato agli effetti speciali della televisione e del mondo digitale. Una cosa è certa: Caravaggio tira sempre. Una conferma a Helsinki, Museo Sinebrychoff.

Leggi tutto

Nelle periodiche classifiche internazionali la Finlandia è solita occupare regolarmente una delle prime posizioni, tra cui anche quella di essere il solo paese con un regolare programma radiofonico in lingua latina, a parte il Vaticano. Ebbene, la scure del risparmio, o della globalizzazione, sta per farle perdere questa non trascurabile caratteristica.

Leggi tutto

Informazioni

 La Rondine riparte nel luglio 2017 in una veste nuova, ma con 15 anni di servizio: abbiamo iniziato nel lontano 2002, all'epoca Corinna Mologni, da noi intervistata, cantava all'Opera Nazionale di Helsinki nella Rondine di Puccini. Ci sembrò di buon augurio. Da allora tanti collaboratori si sono succeduti, molti sono migrati nuovamente, qualcuno fa di meglio. A tutti un grazie per un servizio informativo prestato volontariamente, per il piacere di farlo.

Pubblicità

Testi

  • Profilo di letteratura finlandese
  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese
  • Il romanzo finlandese e l'identità nazionale
  • L'estetica decadente nei romanzi di L.Onerva
  • Romanzo storico finlandese

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

Nei media finlandesi riecheggia ancora la polemica direttamente collegata alla riflessione sull'identità nazionale nella letteratura contemporanea della Finlandia. Ebbe inizio nel 2005, quando il traduttore tedesco Stefan Moster, nell'anno della sua partecipazione come membro della commissione per l'assegnazione del premio letterario finlandese più prestigioso, il Finlandia, accusò la letteratura finlandese - nella fattispecie il romanzo – di un insufficiente dialogo sociale: nella letteratura finlandese mancherebbero degli intellettuali radicali capaci di analizzare la società, sul tipo di Thomas Mann.

Leggi tutto

Il soggetto femminile e “l'altro”

In uno dei miei primi studi riguardanti la tensione tra l'estetica decadente e la "Donna nuova" nell'opera dell'inizio del ventesimo secolo della scrittrice finlandese L. Onerva, vero nome Hilja Onerva Lehtinen (Helsinki, 28 aprile 1882 – 1 marzo 1972), ho citato la nota di Regenia Gagnier su monologismo e dialogismo nell'opera di scrittori, critici ed estetisti britannici e continentali di fine diciannovesimo secolo, aderenti all'estetica decadente. [1]

Leggi tutto

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • Boom del turismo estero in Finlandia. In netto aumento gli italiani

    I visitatori stranieri in Finlandia sono aumentati in settembre, con quasi mezzo milione di pernottamenti registrati. L'industria del turismo in Finlandia è in piena espansione, con pernottamenti dei visitatori stranieri in aumento dell'11,3% a settembre rispetto al 2016. Il maggior numero di visitatori proviene dalla Svezia,con poco meno di 50.000 mentre i russi hanno totalizzato 43.000 visitatori e i tedeschi quasi 41.000. Leggi tutto
  • La Banca Centrale finlandese prevede crescita moderata per il 2018

    La crescita economica della Finlandia ha una base ampia alimentata dalle esportazioni, mentre allo stesso tempo la domanda interna continua ad essere sostenuta. Secondo le previsioni della Banca di Finlandia, il PIL crescerà del 3,1% nel 2017 e del 2,5% nel 2018. Negli anni 2019-2020 l'economia crescerà di circa l'1,5% all'anno. Le pressioni sui costi rimangono modeste e l'inflazione sarà più lenta di qualsiasi altra area dell'euro per tutto il periodo previsionale. Leggi tutto
  • Industria alberghiera, Finlandia: Scandic completa l’acquisizione di Restel

    Il 29 dicembre 2017 è stata completata dal gruppo Scandic  l'acquisizione delle attività alberghiere di Restel in Finlandia. Il 21 giugno 2017, Scandic aveva annunciato l'acquisizione di tali  attività. Il 5 dicembre scorso la transazione è stata approvata dall'Autorità finlandese per la concorrenza e il consumo, condizionata dalla cessione di un hotel a Lahti, uno a Pori e uno a Kuopio. Inoltre, Scandic si era impegnato a non partecipare a determinati progetti di hotel annunciati a Lappeenranta e Vantaa. Leggi tutto
  • Sempre più oriente per Finnair. Nuove destinazioni per l’inverno 2018-19. Potenziati anche i collegamenti per Roma

    Finnair, la compagnia aerea di bandiera finlandese, ha annunciato l'apertura di una nuova rotta  invernale per Lione, in Francia, per la stagione invernale 2018/2019. Conosciuta per la sua gastronomia, i monumenti storici e la sua vicinanza alle Alpi francesi, Lione è la seconda area metropolitana più grande della Francia. Dall'11 dicembre, Finnair effettuerà due voli settimanali per Lione dal suo hub di Helsinki con un velivolo E90. Leggi tutto
  • 1