itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

Streaming clockwork

25 anni fa anni Bruce Springsteen cantava 57 channels (and nothing’ on). Oggi non c’è più bisogno di rassegnarsi a quello che passa la “televisione lineare”: i servizi di streaming offrono contenuti di ogni tipo, dove e quando li vogliamo. Con la cornucopia di contenuti ora disponibili i 57 canali possono sembrare pochi, ma ancora oggi a volte sembra non ci sia niente da vedere. Concentriamo la nostra attenzione sulla Finlandia, prendendo in considerazione l'offerta e la domanda, e sottolineando alcune peculiarità di questo Paese a volte sorprendenti, o comunque non scontate.

I Paesi nordici sono gli utenti più assidui d'Europa di servizi di streaming: ad esempio solo in Finlandia ci sono oltre 500 000 utenti di Netflix, mentre in Italia se ne contano 300 000. Altissima penetrazione di smartphone e tablet, accesso illimitato  a banda larga mobile, oltre il 50% delle abitazioni con connessioni superiori a 100Mbit/s: la Finlandia dovrebbe essere terreno fertilissimo per lo streaming, eppure risulta molto più indietro rispetto agli altri Paesi nordici nel numero di persone che utilizzano questi servizi. Infatti nel 2015 solo il 32% pagava un abbonamento per accedere a contenuti in streaming, parecchio al di sotto della media nordica del 52%.

Streaming NordicVideoIndex

Fonte: Nordic Video Index

A partire dal 2012, quando il canale nazionale Yle aprì il servizio on demand Yle Areena e Netflix approdò in Finlandia, si sono aggiunti diversi altri servizi e oggi esiste un’offerta piuttosto ampia.

Le estensioni digitali dei canali tradizionali sono di gran lunga le più popolari, anche perché l’accesso è gratuito anche sela visione in streaming di contenuti dei canali commerciali è interrotta o preceduta da pubblicità, mentre Yle Areena che essendo pubblica è pagata dal canone, è per legge priva di messaggi pubblicitari.

Tra i servizi  a pagamento, Netflix è di gran lunga la scelta preferita dai finlandesi, con Viaplay e HBO Nordic al secondo e terzo posto ma molto distanziati.

 Streaming finland

Yle Areena, Katsomo e Ruutu

Questi tre sono i servizi di streaming dei maggiori canali televisivi finlandesi. Per vedere l’intera offerta di tutti questi canali in un unico posto esiste l'utile aggregatore Teevee.

 Streaming teevee

Yle Areena è interamente gratuito e offre on demand i contenuti della radio e televisione pubblica finlandese, in genere solo per un tempo limitato. Nella sua completezza è accessibile a chi è geograficamente in Finlandia, dall’estero, se non si usa una VPN, il catalogo è estremamente limitato. Ha inoltre Lasten Areena, una sezione per i bambini con anche app dedicate per smartphone e tablet  usate spesso dai genitori come ultima risorsa per pacificare la prole durante un’uscita al ristorante.

Katsomo raggruppa i canali commerciali del gruppo Alma Media: MTV3, sub e AVA. L’accesso ai contenuti è gratuito ma, con qualche eccezione come il telegiornale e le previsioni del tempo, è possibile solo dopo aver creato un account; prima e durante la visione ci sono messaggi pubblicitari che non possono essere né saltati né eliminati.
 
Alma Media possiede anche il servizio a pagamento C More (ex Filmnet), con un catalogo in streaming di serie, film e programmi per bambini disponibile per 9,95€ al mese; anche se C More ha recentemente annunciato la sua prima serie originale, l'offerta resta piuttosto limitata e poco differenziate. 
Ma il vero cavallo di battaglia di C-More è il pacchetto Total che, per 24,95€ al mese, offre molto sport: la Formula 1, MotoGP, i mondiali di sci, il circuito PGA di golf e altro. 
Streaming C More
L'offerta sportiva di C More
 
Ruutu offre i contenuti dell’altro gruppo di canali commerciali: Nelonen, Jim, Liv e Hero. Il servizio è di proprietà di Nelonen Media, una sussidiaria di Sanoma, il più grande media group dei Paesi nordici che possiede tra le altre cose il maggior quotidiano finlandese, l’Helsingin Sanomat).

Ruutu non richiede la creazione di un account per vedere i contenuti, ma contiene messaggi pubblicitari.
Offre anche dei pacchetti a pagamento: Ruutu+ (9,95€ al mese) che rimuove le pubblicità e include più film e documentari ed eventi sportivi. Come per C More i film non sono l'attrazione principale (anche qui il catalogo è piuttosto limitato) ma lo sport: NBA, Veikkausliiga, rally, pesäpallo e altro,
Con eccezione della Liiga di hockey su ghiaccio, per cui  ordinare il pacchetto Ruutu+Liiga per un costo totale 14,95€ al mese.

FOXplay è infine un’aggiunta recente al panorama dei canali commerciali, anche lei offre un servizio di streaming con accesso gratuito per tempo determinato ai programmi trasmessi dalla versione finlandese del canale televisivo FOX, che include anche qualche serie originale.
 

Netflix

Non è un caso che il gigante americano dello streaming sia la scelta primaria dei finlandesi: offre un catalogo molto vasto di film, documentari e serie tv, ma soprattutto a differenziare Netflix dalla competitzione è l’alto numero i contenuti originali prodotti direttamente. Questo tipo di contenuto è stato praticamente inventato da Netflix con la serie House of Cards (in questo video il protagonsita e produttore Kevin Spacey parla di come Netflix abbia anche rivoluzionato il processo creativo e dato molta più libertà creativa), e la compagnia continua a investirci pesantemente: oltre 16 miliardi di dollari nel 2017.

Streaming 2017 04 netflix 01

Molti “Netflix Original” sono stati acclamati da critica e probabilmente dal pubblico (Netflix non diffonde dati sul numero di spettatori, ma il volume delle reazione su internet e i solcial media è facimente misurabile): Narcos, Black Mirror, The Crown, Stranger Things, Orange is the New Black, per citarne alcuni. Ma con la crescente quantità la qualità non è sempre garantita e molte produzioni originali sono state dei flop.Un altro fenomeno che Netflix ha creato è il binge watching (la “maratona televisiva”): tutti gli episodi delle serie vengono infatti pubblicati simultaneamente (gli altri servizi per lo più mantengono l’abitudine copiata dalla tv lineare di pubblicare un episodio ogni settimana) dando così la possibilità di guardare più episodi (se non addirittura tutta la serie) in una singola seduta.

Netflix offre anche un vasto catalogo di programmi per bambini, serie, film e documentari prodotti da terzi; per i film i nuovi titoli  arrivano su Netflix parecchio dopo l’uscita in DVD. Esistono siti come Allfliks dove è possibile navigare tra tutti i titoli disponibili su Netflix in Finlandia, oppure  qui si possono vedere le categorie o i cosiddetti "codici segreti" perché non è sempre facile navigare dentro Netflix, visto che gli algloritmi tendono a proporre solo certi titoli in linea con le preferenza personali e rendere l'accesso ad altri più difficile. 

Da notare anche che, per una questione di diritti, il catalogo di questi contenuti varia da Paese a Paese e Netflix ha implementato una politica molto restrittiva per quanto riguardo l’uso di VPN, bloccando l’accesso al servizio se si usa un servizio che simula la presenza in un altro paese

L’abbonamento a Netflix ha tre livelli:  Base (7,99€/mese) che offre accesso a un singolo schermo, Doppio (9,99/mese) che permette due schermi contemporaneamente. E Famiglia, che per 11,99€ oltre a 4 schermi offre anche contenuti in UltraHD.

Netflix però offre la possibilità di scaricare alcuni dei suoi titoli e accederci offline, come durante un viaggio in aereo o all’estero.

Viaplay

Streaming viaplay

 

Il secondo servizio di streaming in Finlandia, come C-More, punta soprattutto sullo sport, in particolare sul calcio e deve a questo la sua popolarità.

La prevalenza sportiva si nota anche dai pacchetti disponibili: la scarna offerta di serie tv e film (per ora senza nessun contenuto originale) è accessibile per 9,99€ al mese, men

tre ci sono diversi pacchetti sportivi che iniziano a 29,99€ al mese. 
Come Netflix, Viaplay offre l’opzione di scaricare il contenuto e guardarlo offline dove si preferisce.

HBO Nordic

Tecnicamente anche questa è l’estensione digitale di un canale televisivo. Infatti HBO nasce negli anni ‘70 come canale pay tv, e si è presto stabilito come un produttore di tv di alta qualità, sfornando col tempo show che compaiono regolarmente cima alle classifiche delle serie migliori di tutti i tempi (The Wire, Sopranos, Band of Brothers), o tutt’ora nei cuori di molti fan (Sex and the City, Six Feet Under, Curb Your Enthusiasm), fino alla serie più popolare dei giorni nostri: Game of Thrones.
Anche qui quello che fa la differenza è questo contenuto originale, soprattutto per le serie tv (tra le altre notabili Westworld,True Detective, Silicon Valley, The Night of, e la lista va avanti), perché per quanto riguarda i film l’offerta è piuttosto limitata.

Da sottolineare che HBO Nordic è accessibile solo dai Paesi nordici (o dall’estero via VPN) con un catalogo più limitato rispetto a HBONow o HBOGo, i servizi di streaming di HBO disponibili solo negli Stati Uniti e offrono tutti i contenuti. Le serie originali principali sono comunque presenti ed escono contemporaneamente su tutti i servizi HBO.

Nota a parte merita la davvero pessima interfaccia e usabilità di HBO Nordic, ancora una volta conferma che quello che conta alla fine è la qualità del contenuto. 

L'abbonamento costa 9,95€ al mese.

Amazon Prime Video

Streaming AmazonPrimeVideo com HiRes

Arrivato solo nel 2017 in Finlandia è il servizio di streaming di Amazon. Al contrario dell’Italia dove  fa parte dell’abbonamento Amazon Prime, in Finlandia è un servizio indipendente ed è il più economico: 2,99€ per i primi sei mesi, 5,99€ per quelli successivi.
Il costo inferiore è anche dovuto al catalogo più limitato per quanto riguarda i contenuti non originali. La maggiore attrazione sono gli show prodotti da Amazon disponibili in esclusiva. Come Grand Tour (un programma automobilistico del team che originariamente conduceva Top Gear sulla BBC), oppure serie premiate come TransparentThe Man in the High Castle. Una nota a parte merita l’integrazione con IMDB (proprietà di Amazon) attraverso la funzione X-ray, che automaticamente visualizza per ogni scena gli attori presenti, la musica, il luogo e gli altri dati e curisità disponibili su Internet Movie DataBase.

Streaming pause quick view 620x349

X-ray di una scena della serie Bosch su Amazon Prime

iTunes e Google Play

Non esattamente servizi sti streaming, iTunes e Google Play sono gli online store per i tablet e smartphone della Apple e Android, rispettivamente.
Entrambi offrono la possibilità di noleggiare film (oltre che acquistarli), entrando in competizione coi videnologgi fisici che ormai sembrano essere usati solo per comprare le caramelle.

Il catalogo è più o meno in sincrono con le uscite in DVD, quindi i titoli appaiono molto prima rispetto ai servizi di streaming. Da ricordare che anche qui il catalogo varia da Paese a Paese, ed è stabilito dalla nazionalità della carta di credito con cui si sottoscrive il servizio (quindi andando all’estero o accedendo via VPN il catalogo non cambia).

Una volta noleggiato il film e pagata una somma tra i 2 e i 5 euro, si può scaricare il file e, una volta iniziata la visione, si hanno 48 ore per guardarlo quante volte si vuole prima che il file si autodistrugga (non come in Mission Impossible). La visione non deve essere iniziata immediatamente ma entro 30 giorni dal noleggio.

Gli altri

Tra i meno utilizzati ci sono tre servizi che sono molto simili tra loro: Pleymo (ex Film2home) che offre noleggio film più o meno recenti; così come BlockBuster, aperto di recente da  una ditta danese che ha resuscitato il famoso marchio di videonoleggi fisici fallito nel 2010 (proprio a causa dei servizi di streaming) che dice di avere come intento offrire film quasi in contemporanea con l’uscita cinematografica (ma a guardare il contenuto la promessa non è mantenuta).
E infine Watson, di coproprietà del videonoleggio Makuuni, che offre noleggi online dei titoli disponibili nei negozi, insieme a un aggregatore di altri canali a pagamento (come C-More, Disney) ma che da una ricerca online sembra avere basso livello di soddisfazione degli utenti parecchi problemi tecnici.

Tutti i servizi di streaming a pagamento offrono in genere un periodo di prova di un mese e disdetta immediata, e i contenuti sono visibili via browser PC o tramite app sui iOS e Android. Alcuni offrono anche app su Apple TV, Chromecast, Smart TV e Playstation, anche se in genere il modo più veloce per guardare sulla propria TV è via casting o AirPlay da un tablet o smartphone. La qualità video è in genere più che sufficiente per la maggior parte dei televisori, tablet e computer, Netflix e iTunes hanno iniziato a offrire altissima definizione.

Per riassumere: anche se l'offerta è più limitata rispetto agli Stati Uniti o la Gran Bretagna, la Finlandia e gli altri Paesi nordici offrono molteplici alternative alla TV lineare con contenuti che dovrebbero soddisfare la maggior parte dei gusti.
Per chi preferisce avere sottotitoli in inglese o in italiano, la scelta si restringe a Netflix e Amazon Prime Video, gli altri serivizi offrono solo sottotitoli in finlandese e altre lingue nordiche. Per i più piccoli qualche programma di Netflix è anche doppiato in italiano.
Non resta che augurarvi buona visione.
 
La Rondine - 4.10.2017

 

Eventi

  • Erkki Tuomioja
  • 100 anni di foto
  • Caravaggio & Co.

 

 Giulio Terzi e Erkki Sakari Tuomioja

All'interno del Festival della Diplomazia, conclusosi recentemente a Roma, lo scorso 26 ottobre si è tenuto un affollato seminario, condotto dal prof. Raffaele Marchetti, presso la LUISS Guido Carli, Corso Scienze Politiche - sull’argomento ‘Il futuro della democrazia liberale’ con interventi di Erkki Sakari Tuomioja  (1946), politico finlandese, membro del Parlamento del suo Paese, e dell’ex Ministro degli Esteri italiano, ambasciatore Giulio Terzi.

Leggi tutto

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

Leggi tutto

Viviamo, è noto, l'epoca delle “scoperte” caravaggesche: le ossa, i celebri (e dubbi) “100 disegni mai visti” invece pare noti, la seconda Giuditta dipinta a Napoli nel 1607, forse copia di un originale mai pervenuto. Responsabilità dei media, oltre che degli storici dell’arte, ma anche dell’industria delle mostre, cui serve qualcosa da lanciare sul mercato per attirare un pubblico abituato agli effetti speciali della televisione e del mondo digitale. Una cosa è certa: Caravaggio tira sempre. Una conferma a Helsinki, Museo Sinebrychoff.

Leggi tutto

Informazioni

 La Rondine riparte nel luglio 2017 in una veste nuova, ma con 15 anni di servizio: abbiamo iniziato nel lontano 2002, all'epoca Corinna Mologni, da noi intervistata, cantava all'Opera Nazionale di Helsinki nella Rondine di Puccini. Ci sembrò di buon augurio. Da allora tanti collaboratori si sono succeduti, molti sono migrati nuovamente, qualcuno fa di meglio. A tutti un grazie per un servizio informativo prestato volontariamente, per il piacere di farlo.

Pubblicità

Testi

  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese
  • Romanzo storico finlandese
  • Profilo di letteratura finlandese
  • Il romanzo finlandese e l'identità nazionale

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Nei media finlandesi riecheggia ancora la polemica direttamente collegata alla riflessione sull'identità nazionale nella letteratura contemporanea della Finlandia. Ebbe inizio nel 2005, quando il traduttore tedesco Stefan Moster, nell'anno della sua partecipazione come membro della commissione per l'assegnazione del premio letterario finlandese più prestigioso, il Finlandia, accusò la letteratura finlandese - nella fattispecie il romanzo – di un insufficiente dialogo sociale: nella letteratura finlandese mancherebbero degli intellettuali radicali capaci di analizzare la società, sul tipo di Thomas Mann.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • Le nuove norme europee per le controversie di modesta entità. Anche di natura ‘turistica’

    È entrato in vigore il Regolamento (UE) n. 2015/2421 adottato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio per semplificare ed ampliare l’ambito di applicazione del Procedimento europeo per le controversie di modesta entità. Era l’anno 2009 quando veniva istituita questa nuova possibilità di accesso alla giustizia per i cittadini e le imprese europee. Leggi tutto
  • A Roma il Festival della Diplomazia all’Associazione della Stampa Estera

      Dal 19 al 27 ottobre torna a Roma il Festival della Diplomazia, giunto alla sua ottava edizione. "Il sistema geopolitico fra interessi nazionali e valori universali - Prìncipi e Princípi: come cambiano le relazioni internazionali quando le leadership populiste si scontrano con i valori di solidarietà e responsabilità multilaterale". È questo il filo conduttore di questa edizione del Festival della Diplomazia, manifestazione diffusa che, con oltre 50 eventi, coinvolge 70 ambasciate, sette università, luoghi di incontro della politica internazionale e prestigiosi partner scientifici. Leggi tutto
  • Si festeggiano quarant’anni di voli regolari tra Helsinki e Roma con la Finnair

    Questo 2017 è un anno di celebrazioni e festeggiamenti in Finlandia per il centenario dell’indipendenza conseguito allo scoccare della Rivoluzione d’ottobre che vide nel 1917 la fine dell’Impero russo e l’inizio dell’Unione Sovietica; la Finlandia era infatti, dal 1809, un Granducato sotto la sovranità della Russia. Le celebrazioni in corso si svolgono peraltro non solo in Finlandia ma in vari Paesi del mondo ed anche in Italia (vedi calendario qui ). Leggi tutto
  • Boom del turismo estero in Finlandia. In netto aumento gli italiani

    I visitatori stranieri in Finlandia sono aumentati in settembre, con quasi mezzo milione di pernottamenti registrati. L'industria del turismo in Finlandia è in piena espansione, con pernottamenti dei visitatori stranieri in aumento dell'11,3% a settembre rispetto al 2016. Il maggior numero di visitatori proviene dalla Svezia,con poco meno di 50.000 mentre i russi hanno totalizzato 43.000 visitatori e i tedeschi quasi 41.000. Leggi tutto
  • 1