itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

uuno

La Finlandia è notoriamente la patria dello xilitolo, e la sua popolazione per il resto del mondo è dotata di ottime dentature (ricordiamo le pubblicità di una gomma da masticare italiana), per cui è difficile immaginare un passato diverso. Eppure all’inizio degli anni ‘70 i denti dei finlandesi erano in tutt’altre condizioni. Le ricerche sui benefici dello xilitolo erano ancora in corso, e la sua commercializzazione tramite gomme da masticare sarebbe arrivata nel 1975. In più il consumo di dolciumi era schizzato da quasi zero durante il primo dopoguerra fino a oltre 7 chili annui pro capite.

E non erano solo i denti a essere in pessimo stato, la forma fisica e la condizione sanitaria dell'intero Paese erano preoccupanti, tanto che Ia Finlandia registrava livelli di mortalità tra i più alti in Europa. Questo spinse nel 1972 il governo a promulgare la Kansanterveyslaki (legge per la salute della popolazione) che pioneristicamente si concentrava sulla prevenzione e portava in ogni comune un terveyskeskus (centro per la salute) dove si potevano anche ricevere cure odontoiatriche.

La legge fu un successo su molteplici fronti, incluso il miglioramento delle dentature finniche (probabilmente avere un dentista pubblico in ogni comune influì molto più dello xilitolo). Alla fine degli anni ‘70 anche il consumo pro capite di zuccheri scese a cinque chili all’anno, complice anche una raccomandazione del THL (Istituto per la salute e il benessere) e dell’Hammaslääkäriliitto (l'associazione dei dentisti) che suggeriva di adottare il karkkipäivä: concentrare il consumo di dolciumi in un unico giorno della settimana, e astenersi gli altri sei.

Questa regola era da applicare soprattutto a bambini e adolescenti (da sempre i maggiori consumatori di dolciumi), e in particolare per le caramelle, in quanto la loro alta concentrazione di zucchero poteva fare molti più danni allo smalto e ai denti delle persone in crescita di altri dolci come biscotti e pasticcini.

Il karkkipäivä, cantato anche da M.A. Numminen, venne adottato in massa e divenne presto pratica comune. Ma la riduzione del consumo di dolci fu solo temporanea, e già negli anni ‘80 la quota annua riprese a crescere. Ci furono dei tentativi di contenere questo innalzamento per via legislativa, imponendo un'accisa sui i dolciumi, con critiche sulla definizione (l’acqua frizzante era sottoposta a questa tassa, i biscotti no) e moniti della Commissione Europea. L'ultima tassa sui consumatori era di 95 centesimi al chilo ed è stata in vigore dal 2011 al 2016, quando non venne più rinnovata. Ma nessuna di queste iniziative ha avuto un vero impatto sul consumo, che negli anni è cresciuto fino a raggiungere i 13 chilogrammi annui odierni, quantità che assegna il primato europeo alla Finlandia.

caramelle finnkino 

E i dolciumi in questo Paese si possono trovare praticamente dappertutto. Dagli interminabili scaffali di caramelle sfuse ai cinema, fino agli uffici postali dove c’è spesso un piccolo espositore con pacchetti di caramelle vicino alla cassa.

E se si è già parlato della quantità e varietà dei latticini dei supermercati, c'è anche da menzionare gli ugualmente estesi reparti delle caramelle e dolciumi. Curiosamente nei supermercati finlandesi c’è invece una quasi totale assenza di “merendine”.

L'incremento dei consumi degli ultimi anni non è dovuto a un abbandono del karkkipäivä, la cui pratica è ormai un’istituzione data quasi per scontata. E, al contrario dell'uso dello xilitolo negli asili e nelle scuole, mai messa in dubbio nemmeno nei gruppi Whatsapp delle mamme.

Il karkkipäivä continua a sopravvivere nonostante le direttive del THL e dei dentisti siano cambiate da tempo, infatti ora si raccomanda un consumo moderato senza giorni specifici.

Perché il problema di avere un solo giorno in cui poter mangiare le caramelle è che in quest’unica occasione si finisca quasi sempre per abusare e ingozzarsi di dolciumi.

E, almeno fra gli stranieri residenti in Finlandia, è un’opinione comune che ci sia un parallelismo tra come i finlandesi mangino caramelle da bambini e come bevano alcolici da adulti; che il karkkipäivä costituisca una sorta di abbrivo al consumo eccessivo in una sola seduta.

C'è forse da sperare che le nuove generazioni trovino più equilibrio dei loro genitori e smettano di tramandare il karkkipäivä ai loro figli.

caramelle finnkino pavimento

La Rondine 16.9.2017

 

Eventi

  • Erkki Tuomioja
  • 100 anni di foto
  • Caravaggio & Co.

 

 Giulio Terzi e Erkki Sakari Tuomioja

All'interno del Festival della Diplomazia, conclusosi recentemente a Roma, lo scorso 26 ottobre si è tenuto un affollato seminario, condotto dal prof. Raffaele Marchetti, presso la LUISS Guido Carli, Corso Scienze Politiche - sull’argomento ‘Il futuro della democrazia liberale’ con interventi di Erkki Sakari Tuomioja  (1946), politico finlandese, membro del Parlamento del suo Paese, e dell’ex Ministro degli Esteri italiano, ambasciatore Giulio Terzi.

Leggi tutto

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

Leggi tutto

Viviamo, è noto, l'epoca delle “scoperte” caravaggesche: le ossa, i celebri (e dubbi) “100 disegni mai visti” invece pare noti, la seconda Giuditta dipinta a Napoli nel 1607, forse copia di un originale mai pervenuto. Responsabilità dei media, oltre che degli storici dell’arte, ma anche dell’industria delle mostre, cui serve qualcosa da lanciare sul mercato per attirare un pubblico abituato agli effetti speciali della televisione e del mondo digitale. Una cosa è certa: Caravaggio tira sempre. Una conferma a Helsinki, Museo Sinebrychoff.

Leggi tutto

Informazioni

 La Rondine riparte nel luglio 2017 in una veste nuova, ma con 15 anni di servizio: abbiamo iniziato nel lontano 2002, all'epoca Corinna Mologni, da noi intervistata, cantava all'Opera Nazionale di Helsinki nella Rondine di Puccini. Ci sembrò di buon augurio. Da allora tanti collaboratori si sono succeduti, molti sono migrati nuovamente, qualcuno fa di meglio. A tutti un grazie per un servizio informativo prestato volontariamente, per il piacere di farlo.

Pubblicità

Testi

  • Profilo di letteratura finlandese
  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese
  • Romanzo storico finlandese
  • Il romanzo finlandese e l'identità nazionale

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Nei media finlandesi riecheggia ancora la polemica direttamente collegata alla riflessione sull'identità nazionale nella letteratura contemporanea della Finlandia. Ebbe inizio nel 2005, quando il traduttore tedesco Stefan Moster, nell'anno della sua partecipazione come membro della commissione per l'assegnazione del premio letterario finlandese più prestigioso, il Finlandia, accusò la letteratura finlandese - nella fattispecie il romanzo – di un insufficiente dialogo sociale: nella letteratura finlandese mancherebbero degli intellettuali radicali capaci di analizzare la società, sul tipo di Thomas Mann.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • Le nuove norme europee per le controversie di modesta entità. Anche di natura ‘turistica’

    È entrato in vigore il Regolamento (UE) n. 2015/2421 adottato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio per semplificare ed ampliare l’ambito di applicazione del Procedimento europeo per le controversie di modesta entità. Era l’anno 2009 quando veniva istituita questa nuova possibilità di accesso alla giustizia per i cittadini e le imprese europee. Leggi tutto
  • A Roma il Festival della Diplomazia all’Associazione della Stampa Estera

      Dal 19 al 27 ottobre torna a Roma il Festival della Diplomazia, giunto alla sua ottava edizione. "Il sistema geopolitico fra interessi nazionali e valori universali - Prìncipi e Princípi: come cambiano le relazioni internazionali quando le leadership populiste si scontrano con i valori di solidarietà e responsabilità multilaterale". È questo il filo conduttore di questa edizione del Festival della Diplomazia, manifestazione diffusa che, con oltre 50 eventi, coinvolge 70 ambasciate, sette università, luoghi di incontro della politica internazionale e prestigiosi partner scientifici. Leggi tutto
  • Si festeggiano quarant’anni di voli regolari tra Helsinki e Roma con la Finnair

    Questo 2017 è un anno di celebrazioni e festeggiamenti in Finlandia per il centenario dell’indipendenza conseguito allo scoccare della Rivoluzione d’ottobre che vide nel 1917 la fine dell’Impero russo e l’inizio dell’Unione Sovietica; la Finlandia era infatti, dal 1809, un Granducato sotto la sovranità della Russia. Le celebrazioni in corso si svolgono peraltro non solo in Finlandia ma in vari Paesi del mondo ed anche in Italia (vedi calendario qui ). Leggi tutto
  • Boom del turismo estero in Finlandia. In netto aumento gli italiani

    I visitatori stranieri in Finlandia sono aumentati in settembre, con quasi mezzo milione di pernottamenti registrati. L'industria del turismo in Finlandia è in piena espansione, con pernottamenti dei visitatori stranieri in aumento dell'11,3% a settembre rispetto al 2016. Il maggior numero di visitatori proviene dalla Svezia,con poco meno di 50.000 mentre i russi hanno totalizzato 43.000 visitatori e i tedeschi quasi 41.000. Leggi tutto
  • 1