itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

100 anni di foto

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

La mostra è strutturata su sei temi: l'istruzione, la guerra, la razza, l'uguaglianza e la democrazia, il rapporto della società con la natura e la comunità. Le fotografie della mostra sono state tratte dalla vasta raccolta dell’Archivio di Stato che custodisce circa 15 milioni di immagini.

Lo sciopero generale del 1956

La foto presenta in primo piano un uomo che scatta una fotografia di una marea di manifestanti sulla piazza del Senato di Helsinki, durante lo sciopero generale nel marzo 1956.

Lo sciopero, che coinvolse circa mezzo milione di lavoratori in tutto il paese, portò ad un blocco dell'industria e del traffico per 19 giorni. L’agitazione venne scatenata dalle riforme governative degli stipendi e dalla regolamentazione dei prezzi dell'anno precedente, causa di pesanti aumenti dei beni di prima necessità come il latte e anche gli affitti, provocando un aumento del costo della vita di circa il sette per cento.

La depressione degli anni '90

La storia si è ripetuta un poco, anche se per motivi diversi, nei primi anni '90 del secolo scorso. Una foto ricorda una dimostrazione da parte dei disoccupati di fronte al Parlamento finlandese nel marzo 1993. A quel punto, la Finlandia stava attraversando una tra le peggiori crisi economiche della sua storia, ancora peggiore della depressione degli anni Trenta.

L'ombra dell’ eugenetica

La mostra tratta anche l'argomento della razza nella storia della Finlandia. L'eugenetica è l'insieme delle credenze e delle pratiche popolari che negli anni Trenta partivano dall'idea di migliorare il materiale genetico della popolazione per mezzo di strumenti che sarebbero ora considerati brutali, discriminatori o razzisti. La Finlandia ha avuto la sua quota di entusiasti eugenetici e negli anni 1930 furono introdotte leggi che disponevano sterilizzazioni forzate (principalmente di donne). All'epoca, tutti e quattro i paesi nordici, compresa la Finlandia, adottarono una qualche forma di normativa eugenetica.

Negli anni '20 e '30 alcuni scienziati affermarono che la "razza" finlandese traeva origine dalla Mongolia, non principalmente dall'Europa. Ma altri ricercatori, che respingevano questa tesi, percorsero il paese alla ricerca di esemplari di "Finnici perfetti", spesso fotografati per dimostrare la superiorità genetica del popolo finlandese.

Una foto della mostra, scattata nel 1925, raffigura Paavo Nurmi, leggendario podista finlandese conosciuto come il Finlandese Volante, presentato come esempio definitivo di supremazia nordica in campo atletico.

Lavoro minorile

La prosperità della Finlandia era ancora abbastanza lontana quando la foto in mostra venne scattata nel 1923: tre bambini accovacciati su un marciapiede sulla costa ovest della città di Raahe non stavano semplicemente giocando, ma lavoravano, sistemando l’acciottolato della strada.

 Miseria per strada

Una foto più recente mostra una persona senza tetto confusa nell’ingresso del rifugio scadente dell'Associazione dei Contribuenti Finlandesi a Helsinki il 1° maggio del 2015. I finlandesi per tradizione festeggiano questa giornata con manifestazioni sindacali e discorsi in tutto il paese.

La mostra in corso al Museo Nazionale di Helsinki è aperta fino al 14 gennaio 2018

Eventi

  • Markku Piri a Villa Borghese
  • 100 anni di foto
  • Lapponia, “notte senza notte”

Prosegue fino al 17 settembre a Roma la mostra dell’artista finlandese Markku Piri "Vetro & Dipinti. Un finlandese all’Aranciera di Villa Borghese", inaugurata alla presenza dell’Ambasciatore della Finlandia Janne Taalas, dell’artista e della curatrice Ritva Röminger-Czako.

Leggi tutto

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

Leggi tutto

SlinCraze

La cittadina di Inari, nella Lapponia finlandese, sulle sponde dell’omonimo grande lago, ospita dal 18 al 20 agosto la 14a edizione del Festival multiculturale “Ijahis Idja”; il nome del Festival, nella lingua Sámi del Nord, vuol dire ‘notte senza notte’. Qui nel mese di agosto il giorno già si accorcia, ma la magia della breve notte artica può ancora essere percepita nella “Ijahis Idja” con il meglio della musica Sámi così come con esempi di musica di altri popoli indigeni di queste zone artiche del mondo.

Leggi tutto

Informazioni

 La Rondine riparte nel luglio 2017 in una veste nuova, ma con 15 anni di servizio: abbiamo iniziato nel lontano 2002, all'epoca Corinna Mologni, da noi intervistata, cantava all'Opera Nazionale di Helsinki nella Rondine di Puccini. Ci sembrò di buon augurio. Da allora tanti collaboratori si sono succeduti, molti sono migrati nuovamente, qualcuno fa di meglio. A tutti un grazie per un servizio informativo prestato volontariamente, per il piacere di farlo.

Pubblicità

Testi

  • Profilo di letteratura finlandese
  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese
  • Romanzo storico finlandese

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • 1