itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

Da esattamente 20 anni una delle manifestazioni più interessanti all'interno del Salone del Mobile è SaloneSatellite, una mostra dedicata ai giovani designer under-35. Questo evento è diventato un luogo d'incontro per i nuovi talenti che vi espongono i loro prototipi e le aziende in cerca di nuovi prodotti con potenziale commerciale. Qui è iniziata la carriera di tanti nomi ormai consolidati del panorama del design internazionale come Harri Koskinen, Sebastian Herkner oppure Daniel Rybakken.

I giovani finlandesi non mancano certo neanche all'edizione di quest'anno, che si è tenuta dal 17 al 22 aprile, e tra di loro alcune facce familiari già dall'anno precedente.  Studio Finna è un design studio con sede a Helsinki, fondato da Anni Pitkäjärvi e Hanna-Kaarina Heikkilä. Al duo si è aggiunta una terza designer, Sarianna Niskala, che ha conoscenze approfondite anche di business e marketing. 

Lo stand non sembra tipicamente finlandese e le designer raccontano che in effetti volevano superare i limiti tradizionali e abbandonarsi a colori più audaci. La realizzazione dello stand è stata resa possibile da vari collaboratori e sponsor: Tikkurila ha fornito le vernici, la lana per il tappeto Keto, realizzato da Tytti Laitakari, viene dalla fondazione Wetterhof, e gli oggetti in vetro soffiato sono opera degli studenti di Nuutajärvi. Il tessuto per il daybed Lepo è stato progettato da Sarianna Niskala e realizzato da Lapuan Kankurit, e il mobile in legno l'ha costruito Juha Salava, uno studente di falegnameria presso Omnia. Insomma, l'unione fa la forza.
Simo Serpola e Kasper Nyman dividono uno stand al SaloneSatellite già per la seconda volta. La divisione dei compiti è netta, Serpola ha progettato tutte le lampade e Nyman si occupa di mobili. Nyman dedica molta attenzione al processo di produzione, cercando di minimizzare l'uso di materiale e la quantità di scarti. Le lampade di Serpola sembrano semplici ma contengono dettagli intelligenti, per esempio la lampada a sospensione Mill in alluminio ha un dimmer incorporato che si utilizza girando la parte inferiore della lampada. Poetica come un'opera d'arte la lampada Still Life che consiste in un vaso di vetro, soffiato a bocca a Riihimäki da Kari Alakoski, e due barre di led che possono essere posizionate liberamente. "Abbiamo girato tante fiere, ma SaloneSatellite è la migliore. L'anno scorso siamo stati notati da New York Times e Dezeen", raccontano i designer. Un dettaglio curioso nello stand è la bottiglia di Jaloviina posata su un ripiano con accanto due bicchierini colmi di un ottimo cordiale. "Funziona bene, la gente comincia subito a chiacchierare con noi", spiegano Serpola e Nyman.

Lo stand grafico di Luomo collective rappresenta il minimalismo scandinavo e i prodotti di tre designer indipendenti,  Hanna Särökaari, Elina Ulvio e Laura Väre, sono legati insieme dal colore rosa di fondo. "Abbiamo voluto mettere i prodotti in rilievo, in primo piano", raccontano le designer che sono tutte studentesse dell'università Aalto ormai alla fine degli studi, manca solo la tesi. Hanna Särökaari ha portato a Milano la sua lampada da tavolo Lollipop in acciao e vetro con un paralume rotondo piegato in modo che rifletta sia l'ambiente che la luce. Lampi di Elina Ulvio può essere uno specchio quando è appeso al muro oppure un vassoio quando il supporto viene usato come maniglia. La collezione di lampade "7" di Laura Väre si ispira a una linea disegnata sulla carta bianca, ecco da dove viene il design minimalista e la forma sottilissima delle lampade rigorosamente nere. 


Janne Wilenius con il suo Studio Wilenius era per la prima volta a Milano a presentare il suo design. Wilenius è un industrial designer ma ha anche la preparazione di artigiano del vetro. Lavora per Fiskars ma trova il lavoro a volte poco creativo visto che i prodotti devono essere creati con criteri precisi predefiniti. Perciò Wilenius crea anche prodotti tutti suoi e una selezione di prototipi sono esposti nel suo stand. Le lampade Käpy in vetro sono soffiate da Wilenius stesso, invece le bottiglie dal maestro Kari Alakoski dello Studio Mafka & Alakoski. Anche i mobili sono costruiti in parte da questo designer poliedrico.

Dopo il giro al SaloneSatellite incontriamo nel Fuorisalone nella zona Ventura Lambrate altri due giovani designer finlandesi che bisogna proprio menzionare. Lassi Alestalo e Henri Judin sono dietro la squadra di design Kollit e la loro mostra si chiama This Side Up.

Anche questi due giovani stanno finendo i loro studi all'Università Aalto e questa è la loro prima partecipazione a Milano. Alestalo ci ha portato la bella serie Pitoi in ceramica bianca, nera e rosa, nonché la lampada pendente A4. Deliziose come caramelle sono le sedie e mensole Liquorice in tubo di acciaio nero di Henri Judin. Questi due designer non vogliono sembtrare banali agli occhi dei possibili consumatori, quindi il design di ogni prodotto mostra qualche elemento di sorpresa; in effetti le  sedie hanno le barre dello schienale verticali oppure orizzontali e,  se impilate, formano un motivo particolare con una griglia a quadretti.
In tutti questi stand abbiamo visto giovani che puntano in alto e tanti prodotti belli e funzionali che aspettano solo di essere messi in produzione. Speriamo che i talent-scout abbiamo fatto il loro lavoro e che questi giovani possano continuare a correre dietro il sogno della carriera internazionale. Glielo auguriamo.

(La Rondine – 27.4.2017)

Eventi

  • “Nuntii Latini” chiude?
  • SKÁBMAGOVAT
  • Tampere: VIRE 2018
  • Le vie dell'anima

Nelle periodiche classifiche internazionali la Finlandia è solita occupare regolarmente una delle prime posizioni, tra cui anche quella di essere il solo paese con un regolare programma radiofonico in lingua latina, a parte il Vaticano. Ebbene, la scure del risparmio, o della globalizzazione, sta per farle perdere questa non trascurabile caratteristica.

Leggi tutto

Un festival cinematografico di straordinario interesse, dedicato alla cinematografia dei popoli indigeni, si tiene  nell'estremo nord dell'Europa, in un ambiente ghiacciato e buio tipico della regione artica. Siamo ad  Inari, nella Lapponia finlandese. I film sono proiettati nel Northern Lights Theatre, che ha un'atmosfera unica: è totalmente fatto di neve, con il cielo e l'aurora boreale come tetto. I film sono inoltre proiettati negli auditorium del Museo Sámi Siida e nel Centro Culturale Sajos.

Leggi tutto

Si è tenuta a Tampere, nelle giornate del 20 e 21 gennaio, la prima edizione della VIRE, Fiera dell´alimentazione vegana e del benessere. La manifestazione, che punta a diventare un appuntamento fisso per appassionati e curiosi del mondo vegano e della cura del corpo, ha riscosso un buon successo di pubblico, come si vede dalle nostre foto.

Leggi tutto

 

All'interno del progetto de "La Via dell'Anima" nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli, sabato 3 marzo, Michele Vannelli, maestro di cappella e organista della Basilica di San Petronio di Bologna, interpreta alcune tra le più suggestive pagine organistiche di Bach, Liszt, Mendelssohn, Franck. Il concerto si avvale delle profonde sonorità del monumentale organo della Basilica romana.

Leggi tutto

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo prossimo si voterà per le elezioni politiche. Tutti gli iscritti all'Aire che non hanno comunicato la loro intenzione di votare in Italia riceveranno il plico contenente tutto il necessario per votare entro la fine di febbraio. Qui un video del Ministero con le istruzioni di voto:
https://youtu.be/7PvDieSPiaw

elezioni2018
 

Pubblicità

Testi

  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese
  • Mika Waltari e i conquistatori del mondo
  • Romanzo storico finlandese
  • Il romanzo finlandese e l'identità nazionale
  • Profilo di letteratura finlandese

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

Yrjö Saarinen, Tanssiva Pariisi, 1930

Corpo fiammante, l'ardore di una pubblicità gigante:/ GITANAS! GITANAS!/ il fischio cristallino della locomotiva nella campana di vetro: / Parigi - Berlino - Costantinopoli.Questo è l’incipit della poesia “Gitanas, una delle più citate quando si discorre delle prime opere poetiche di Mika Waltari (1908-1979), testi pieni di estasi, incantamento e fascino dei fenomeni emblematici della vita moderna, fortemente romanticizzati ed esteticizzati.

Leggi tutto

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Nei media finlandesi riecheggia ancora la polemica direttamente collegata alla riflessione sull'identità nazionale nella letteratura contemporanea della Finlandia. Ebbe inizio nel 2005, quando il traduttore tedesco Stefan Moster, nell'anno della sua partecipazione come membro della commissione per l'assegnazione del premio letterario finlandese più prestigioso, il Finlandia, accusò la letteratura finlandese - nella fattispecie il romanzo – di un insufficiente dialogo sociale: nella letteratura finlandese mancherebbero degli intellettuali radicali capaci di analizzare la società, sul tipo di Thomas Mann.

Leggi tutto

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • La Banca Centrale finlandese prevede crescita moderata per il 2018

    La crescita economica della Finlandia ha una base ampia alimentata dalle esportazioni, mentre allo stesso tempo la domanda interna continua ad essere sostenuta. Secondo le previsioni della Banca di Finlandia, il PIL crescerà del 3,1% nel 2017 e del 2,5% nel 2018. Negli anni 2019-2020 l'economia crescerà di circa l'1,5% all'anno. Le pressioni sui costi rimangono modeste e l'inflazione sarà più lenta di qualsiasi altra area dell'euro per tutto il periodo previsionale. Leggi tutto
  • Industria alberghiera, Finlandia: Scandic completa l’acquisizione di Restel

    Il 29 dicembre 2017 è stata completata dal gruppo Scandic  l'acquisizione delle attività alberghiere di Restel in Finlandia. Il 21 giugno 2017, Scandic aveva annunciato l'acquisizione di tali  attività. Il 5 dicembre scorso la transazione è stata approvata dall'Autorità finlandese per la concorrenza e il consumo, condizionata dalla cessione di un hotel a Lahti, uno a Pori e uno a Kuopio. Inoltre, Scandic si era impegnato a non partecipare a determinati progetti di hotel annunciati a Lappeenranta e Vantaa. Leggi tutto
  • Sempre più oriente per Finnair. Nuove destinazioni per l’inverno 2018-19. Potenziati anche i collegamenti per Roma

    Finnair, la compagnia aerea di bandiera finlandese, ha annunciato l'apertura di una nuova rotta  invernale per Lione, in Francia, per la stagione invernale 2018/2019. Conosciuta per la sua gastronomia, i monumenti storici e la sua vicinanza alle Alpi francesi, Lione è la seconda area metropolitana più grande della Francia. Dall'11 dicembre, Finnair effettuerà due voli settimanali per Lione dal suo hub di Helsinki con un velivolo E90. Leggi tutto
  • A Roma alla conferenza internazionale sulla lotta antisemitismo nell'area dell'OSCE c’è anche la Finlandia

    La Presidenza italiana dell'OSCE ospita lunedì 29 gennaio la Conferenza internazionale di Roma sulla responsabilità degli Stati, delle istituzioni e degli individui nella lotta contro l'antisemitismo nell'area dell'OSCE. La Conferenza riunisce oltre 400 partecipanti provenienti da oltre 45 Stati partecipanti e Paesi partner dell'OSCE per la cooperazione, con 20 capi delegazioni governative e alti funzionari dell'OSCE, dell'ODIHR, della Commissione europea e delle Comunità Internazionali ebraica, cristiana e musulmana. Leggi tutto
  • 1