itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

kissmyturku

Negli ultimi giorni abbiamo nel nostro piccolo tentato di seguire gli eventi di Turku, riportando solo i fatti confermati e astenendoci da commenti e giudizi, consapevoli che uno degli effetti desiderati del terrorismo è proprio quello dell'attenzione e panico mediatici. Sentiamo doveroso ritornare al ritmo ordinario della nostra pubblicazione, ma ci sono ancora delle considerazioni che vogliamo fare, e tenteremo di condensarle in una lettura che dovrebbe avere un tempo di lettura inferiore a quei 180 secondi che hanno interrotto, rovinato e segnato troppe vite.

Bisogna elogiare l’esemplare comportamento di tutta la stampa finlandese, che è rimasta unita a non diffondere nessuna notizia non confermata, e nemmeno i tabloid più beceri hanno usato le parole “terrorismo islamico” finché non ce ne fosse l'assoluta certezza. Mentre in Italia pur di avere qualche click in più sembra che si sia disposti a dimenticarsi le regole base del giornalismo: anche le maggiori testate avevano già tirato le conclusioni dopo pochi minuti, facendo analisi e alcuni addirittura collegando i fatti di Barcellona e di Turku (L'Isis ha festeggiato online l'attacco: "Dalla Spagna alla Finlandia. Onore alla Jihad”).

La stessa cautela si è vista anche nei politici. Persino i più estremisti e populisti hanno avuto più buon senso di Salvini e i primi pensieri sono tutti andati alle vittime, senza tentare alcuna speculazione politica.

Il lavoro della polizia è poi stato ammirevole, in tre minuti e con stereotipica freddezza finnica ha saputo fermare l'attentatore con un singolo colpo di pistola, non letale.

Quello che rimane è un atto che danneggia non solo la comunità islamica, ma anche tutti noi immigrati ospiti in questo Paese non sempre ospitale. Resta che due dei soccorritori feriti si chiamassero Hasan e Hassan, fatto difficile da digerire a tutti quelli che vogliono fare di tutti i musulmani un fascio.

Resta l'istinto di reagire “di pancia”, invece di guardare le statistiche e ricordarsi che essere vittima di un atto di terrorismo è meno probabile che morire alzandosi dal proprio letto o cadere da una scala.  Per quanto sia più facile morire accoltellati in Finlandia che altrove (il Paese ha tra i più alte percentuali pro capite di omicidi con armi bianche), bisogna ricordarsi che nel 99% dei casi sarà per mano di un finlandese.

Quello che, nel nostro piccolo, possiamo fare è andare avanti, tentare di comprendere i fatti e non cadere vittime di pregiudizi e allarmismi. E fare di tutto per evitare di creare le premesse per cui cui un ragazzo di 18 anni possa essere convinto che il terrore sia l’unica alternativa.

 

ALTRI ARTICOLI Tenere premuto il tasto SHIFT per caricare tutto Caricare tutto

Eventi

  • Caravaggio & Co: Verybello!
  • 100 anni di foto
  • City Wonders: Helsinki
  • MIA di successo

Viviamo, è noto, l'epoca delle “scoperte” caravaggesche: le ossa, i celebri (e dubbi) “100 disegni mai visti” invece pare noti, la seconda Giuditta dipinta a Napoli nel 1607, forse copia di un originale mai pervenuto. Responsabilità dei media, oltre che degli storici dell’arte, ma anche dell’industria delle mostre, cui serve qualcosa da lanciare sul mercato per attirare un pubblico abituato agli effetti speciali della televisione e del mondo digitale. Una cosa è certa: Caravaggio tira sempre. Una conferma a Helsinki, Museo Sinebrychoff.

Leggi tutto

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

Leggi tutto

Al Museo della fotografia di Helsinki sono presentate opere di Lorenzo Servi (alias SerraGlia), un architetto italiano formatosi a Firenze che lavora a Helsinki nello studio Lumart dove si occupa di progettazione visuale, cioè fornisce ai clienti idee e mezzi per illustrare concetti, progetti, prodotti. Le fotografie sono esposte nello spazio “Progetto” al piano terra del Museo nella Kaapelitehdas.

Leggi tutto

Oltre 1800 accreditati, 58 Paesi partecipanti tra cui la Finlandia, 45 progetti, più di 60 mila incontri, 120 film, affollati TV Upfront e What’s next Italy. E’ il boom registrato dalla terza edizione del MIA, il Mercato internazionale dell’audiovisivo conclusosi il 22 ottobre a Roma al Distretto Barberini con un successo clamoroso contrassegnato anche dal milione di visualizzazioni su twitter. Un successo dovuto alla scelta degli organizzatori di dare un forte tratto identitario, grazie alla chiarezza del modello centrato sull’industria che ha avuto un eccellente riscontro nel mercato italiano e internazionale.

Leggi tutto

Informazioni

 La Rondine riparte nel luglio 2017 in una veste nuova, ma con 15 anni di servizio: abbiamo iniziato nel lontano 2002, all'epoca Corinna Mologni, da noi intervistata, cantava all'Opera Nazionale di Helsinki nella Rondine di Puccini. Ci sembrò di buon augurio. Da allora tanti collaboratori si sono succeduti, molti sono migrati nuovamente, qualcuno fa di meglio. A tutti un grazie per un servizio informativo prestato volontariamente, per il piacere di farlo.

Pubblicità

Testi

  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese
  • Romanzo storico finlandese
  • Profilo di letteratura finlandese

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • Le nuove norme europee per le controversie di modesta entità. Anche di natura ‘turistica’

    È entrato in vigore il Regolamento (UE) n. 2015/2421 adottato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio per semplificare ed ampliare l’ambito di applicazione del Procedimento europeo per le controversie di modesta entità. Era l’anno 2009 quando veniva istituita questa nuova possibilità di accesso alla giustizia per i cittadini e le imprese europee. Leggi tutto
  • Grimaldi: per Finnlines un bilancio semestrale a gonfie vele

    In occasione della pubblicazione del bilancio semestrale gennaio-giugno 2017 della società finlandese Finnlines, facente capo al gruppo Gimaldi, il presidente ed amministratore delegato Emanuele Grimaldi ha commentato soddisfatto che “Il sostenuto primo trimestre del 2017 è stato seguito da un secondo trimestre altrettanto forte. Il risultato del periodo di gennaio-giugno 2017 è migliorato di circa il 16% ed ammmonta a 35,4 (30,5) milioni di euro, rappresentando il miglior risultato del primo semestre nella storia di Finnlines. Leggi tutto
  • Finnair utilizza l’energia solare per conservare le merci deperibili

    Il nuovo centro COOL Nordic Cargo Hub della compagnia di bandiera finlandese Finnair all'aeroporto di Helsinki-Vantaa utilizzerà l'energia solare prodotta da 1200 pannelli installati sul tetto dell'edificio. Ciascuno dei pannelli installati può produrre fino a 260 W di energia per un livello annuale di produzione stimato pari a circa 265 MWh / a. L'energia solare prodotta presso l'impianto di carico rappresenterà oltre il 10% del consumo energetico annuo dell'edificio. Leggi tutto
  • A Roma il Festival della Diplomazia all’Associazione della Stampa Estera

      Dal 19 al 27 ottobre torna a Roma il Festival della Diplomazia, giunto alla sua ottava edizione. "Il sistema geopolitico fra interessi nazionali e valori universali - Prìncipi e Princípi: come cambiano le relazioni internazionali quando le leadership populiste si scontrano con i valori di solidarietà e responsabilità multilaterale". È questo il filo conduttore di questa edizione del Festival della Diplomazia, manifestazione diffusa che, con oltre 50 eventi, coinvolge 70 ambasciate, sette università, luoghi di incontro della politica internazionale e prestigiosi partner scientifici. Leggi tutto
  • 1