itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

La Riforma dello Spirito: la Finlandia e l'Alcool Act

Se in Italia si discute e ci si spacca, anche all’interno delle coalizioni di governo come nelle file dell’opposizione, per il Jobs Act, o la riforma del sistema elettorale, in Finlandia capita che in Parlamento ci si divida e si rompano consolidate alleanze per l’Alcool Act. Ogni Paese ha lo spirito che si merita. A volte la Finlandia sembra anche a noi un Paese Normale.

In discussione è l'innalzamento del limite di volume alcolico nella vendita diretta di negozi e ristoranti dal 4,7 % al 5,5 %. Possibile che si arrivi ai ferri corti per meno di un grado? La questione è, anche qui, complessa. E parte da lontano...

In principio era la Commissione Europea, che ha stabilito già da quel dì che l’attuale sistema di vendita degli alcoolici in Finlandia deve andare verso una totale liberalizzazione del mercato. Ma  il paese nordico, tra rinvii e concessioni, ha ancora un regime di monopolio per quanto riguarda la commercializzazione al dettaglio delle bevande alcoliche con gradazione superiore al 4,7 % di volume alcolico.
Le finalità di questo monopolio statale sono sostanzialmente due. La prima, di carattere sanitario: l’alcolismo è una piaga sociale e quindi si impone per lo Stato la necessità di controllare la vendita di alcolici con lo scopo di ridurre o almeno contenere i consumi. La seconda motivazione è di tipo fiscale: sulla vendita di alcolici grava un’elevata tassazione che rappresenta una fonte significativa di entrate fiscali.

Anno 1932: inaugurazione della prima rivendita Alko a Helsinki

Il monopolio statale in Finlandia si chiama Alko Oy ed è gestito dal Ministero della Sanità finlandese. Fondata negli anni ‘30 del Novecento, questa agenzia ha gestito fino a metà degli anni Novanta in regime di monopolio totale importazione, distribuzione e vendita delle bevande alcoliche. Dal 1995 è stata liberalizzata l’importazione e la distribuzione all’ingrosso, ma la vendita al dettaglio è rimasta in mano al monopolio statale che gestisce circa 500 punti vendita in tutto il paese, con oltre 2700 dipendenti.
Solo nel febbraio 2016 si è avviato l’iter preparatorio della Riforma dell’Alcool Act, allorché il Ministro degli Affari Sociali, Juha Rehula, ha presentato il suo progetto preliminare alla commissione ministeriale di Sanità. Il progetto cercava di trovare un punto di equilibrio tra la preoccupazione per gli effetti negativi del consumo e le esigenze della produzione.

Alla cassa di una rivendita Alko nel 1975

Dopo lungo studio e lunghe discussioni i tre partiti di governo sembravano aver trovato l’accordo per una serie di modifiche della severa legislazione statale sulla vendita delle bevande alcoliche.  Cosa dovrebbe cambiare?
Il massimo volume alcolico  consentito delle bevande in vendita nei negozi normali salirebbe dal 4,7% attuale al 5,5 %. Il partito di Coalizione e il partito populista degli Strafinni (Perussuomalaiset) si sono dichiarati favorevoli da tempo, mentre il Partito di Centro del primo ministro Juha Sipilä, che ha  forte radicamento in provincia e nelle zone rurali, si è mostrato altalenante. Qualcuno, al suo interno, sostiene che consentire la vendita della cosiddetta birra "A" (a forte gradazione) al dettaglio farà aumentare il consumo complessivo di alcool.

ALTRI ARTICOLI Tenere premuto il tasto SHIFT per caricare tutto Caricare tutto

Eventi

  • Lapponia, “notte senza notte”
  • 100 anni di foto
  • Markku Piri a Villa Borghese

SlinCraze

La cittadina di Inari, nella Lapponia finlandese, sulle sponde dell’omonimo grande lago, ospita dal 18 al 20 agosto la 14a edizione del Festival multiculturale “Ijahis Idja”; il nome del Festival, nella lingua Sámi del Nord, vuol dire ‘notte senza notte’. Qui nel mese di agosto il giorno già si accorcia, ma la magia della breve notte artica può ancora essere percepita nella “Ijahis Idja” con il meglio della musica Sámi così come con esempi di musica di altri popoli indigeni di queste zone artiche del mondo.

Leggi tutto

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

Leggi tutto

Prosegue fino al 17 settembre a Roma la mostra dell’artista finlandese Markku Piri "Vetro & Dipinti. Un finlandese all’Aranciera di Villa Borghese", inaugurata alla presenza dell’Ambasciatore della Finlandia Janne Taalas, dell’artista e della curatrice Ritva Röminger-Czako.

Leggi tutto

Informazioni

 La Rondine riparte nel luglio 2017 in una veste nuova, ma con 15 anni di servizio: abbiamo iniziato nel lontano 2002, all'epoca Corinna Mologni, da noi intervistata, cantava all'Opera Nazionale di Helsinki nella Rondine di Puccini. Ci sembrò di buon augurio. Da allora tanti collaboratori si sono succeduti, molti sono migrati nuovamente, qualcuno fa di meglio. A tutti un grazie per un servizio informativo prestato volontariamente, per il piacere di farlo.

Pubblicità

Testi

  • Profilo di letteratura finlandese
  • Romanzo storico finlandese
  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • 1