itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese

  1.2. Generi principali della poesia popolare finlandese

 La poesia popolare viene tradizionalmente divisa in due gruppi principali, quella epica e quella lirica e, a volte, viene aggiunto anche un terzo tipo, quella lirico-epica, che comprende caratteristiche comuni ad entrambi i generi (ballate, canti rituali, ecc.). La divisione è, comunque, solo indicativa e vedremo che ci sono numerose sovrapposizioni; noi, comunque, la useremo per motivi di semplicità. Ci sono, però, tanti modi per dividere la poesia popolare per genere. Lo studioso inglese Michael Branch (Finnish Folk Poetry:Epic) propone la seguente divisione:

Epica

Lirica

Incantesimi

Poesia celebrativa, cantata come accompagnamento a matrimoni e cerimonie annuali, e che includeva anche l’accompagnamento a giochi e danze.

Forme poetiche brevi (ninna nanne, filastrocche, proverbi in metro kalevaliano ed indovinelli)

 

Per i nostri scopi è sufficiente proporre una divisione della poesia popolare in tre gruppi principali:

Epica

Lirico-epica (sotto questo nome trattiamo soprattutto della poesia rituale, che, da un punto di vista più generale, mostra dei tratti sia di epica sia di lirica)

Lirica

1.2.1. Poesia epica - Sebbene la poesia epica costituisca solo una piccola parte di tutta la poesia popolare in metro kalevaliano, essa è sicuramente quella di maggior importanza, sia da un punto di vista estetico che per quel che riguarda la storia culturale finlandese. Furono infatti i poemi epici e mitici degli eroi pagani che formarono il nucleo del Kalevala di Lönnrot. Dal punto di vista stilistico l’epica raccolta da Lönnrot e dai suoi successori (dagli altri ricercatori del rinascimento nazionale) può essere divisa in quattro periodi principali:                                                                                        

  1. Primo stile “kalevaliano” – Varhaiskalevalainen tyyli (scrivo kalevaliano tra virgolette per ricordare che è solo per la fama del Kalevala che la poesia popolare si chiama così).

Questo stile risale all’era proto-finnica caratterizzata dalla forte influenza degli antichi Balti. Tracce di questo stile le troviamo in Carelia, Estonia e Finlandia. Per la maggior parte sono dei poemi mitici.

  1. Era principale kalevaliana – Sydänkalevalainen tyyli. Risale al primo millennio d. C. ed è caratterizzata, come vedremo, soprattutto dall’influenza germanica e dall’apparizione di molti temi fondamentali per l’epica finlandese. Dal punto di vista del Kalevala, questo periodo stilistico è importantissimo.
  2. Poesia kalevaliana medievale – Keskiajankalevalainen tyyli. Poesia del periodo in cui il cristianesimo prende piede. Vedremo come in questo periodo l’epica pagana inizia ad essere impiegata per l’insegnamento cristiano. L’influenza più forte di questo periodo è quella slava, soprattutto grazie al fatto che, prima che il cristianesimo fosse portato ufficialmente in Finlandia nel XII sec., l’influenza del cristianesimo penetrava in Finlandia dall’est, dalla Russia.
  3. Tarda poesia kalevaliana – Myöhäiskalevalainen tyyli. Ultimo periodo stilistico nato in concomitanza con la fine dell’era romano-cattolica e con la Riforma, introdotta in Finlandia nel XVI sec. Questo periodo è considerato il declino della poesia kalevaliana e, durante questa fase, possiamo già sentire l’influenza della poesia popolare in rima che arriva dall’ovest e che era totalmente estranea alla tradizione balto-finnica. In questo periodo vedremo poi che nascono delle formazioni che sono una specie di traduzioni delle canzoni popolari dell’ovest d’Europa, rese dapprima in metro kalevaliano e poi piano piano anche in rima e in forma strofica.

I poemi sopravvissuti abbastanza a lungo per essere poi raccolti presentano un accumulo di influenze, temi e stili su un periodo di oltre duemila anni. Gli elementi autoctoni si fondono con le influenze e le culture baltiche, germaniche e slave. L’influenza cristiana si sovrappone a quella pagana.

Dopo aver esaminato i canti e le loro varianti dal punto di vista cronologico e tematico in base alla diffusione, alla terminologia e alla tipologia (e soprattutto ai temi), gli studiosi hanno diviso l’epica popolare balto-finnica in alcuni tipi principali, che possiamo analizzare anche cronologicamente. Fino ad ora abbiamo visto la divisione stilistica, l’evoluzione dello stile della poesia kalevaliana; ora vedremo gli strati tematici della poesia epica in ordine più o meno cronologico.

I tipi principali sono:

Poesia mitica

Poesia magica e sciamanica

Poesia d’avventura

Leggende e poemi dell'epoca cristiana

Ballate

Poemi storici e di guerra e decadenza della poesia del Kalevala

 Questi sono i sette strati tematici principali, sistemati più o meno cronologicamente. Noi ora ci concentreremo soprattutto sulla poesia mitica (a) e sulla poesia magica e sciamanica (b), che sono quelle che formano la base del Kalevala, e poi tratteremo anche un po’ della poesia d’avventura (c) e dei poemi del periodo cristiano (d), cioè dell’arrivo del cristianesimo in Finlandia e nella zona balto-finnica. Per quanto riguarda i poemi di fantasia (e) si tratta soprattutto di storie di animali fantastici, sirene e altri esseri soprannaturali che in effetti non mostrano molti tratti tipicamente autoctoni e quindi noi li tratteremo solo brevemente. Le ballate (f) sono una delle parti più interessanti, ma siccome sono state usate da Lönnrot soprattutto per comporre la sua raccolta della poesia lirica, la Kanteletar, le tratteremo a parte.

ALTRI ARTICOLI Tenere premuto il tasto SHIFT per caricare tutto Caricare tutto

Eventi

  • 100 anni di foto
  • Markku Piri a Villa Borghese
  • Lapponia, “notte senza notte”

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

Leggi tutto

Prosegue fino al 17 settembre a Roma la mostra dell’artista finlandese Markku Piri "Vetro & Dipinti. Un finlandese all’Aranciera di Villa Borghese", inaugurata alla presenza dell’Ambasciatore della Finlandia Janne Taalas, dell’artista e della curatrice Ritva Röminger-Czako.

Leggi tutto

SlinCraze

La cittadina di Inari, nella Lapponia finlandese, sulle sponde dell’omonimo grande lago, ospita dal 18 al 20 agosto la 14a edizione del Festival multiculturale “Ijahis Idja”; il nome del Festival, nella lingua Sámi del Nord, vuol dire ‘notte senza notte’. Qui nel mese di agosto il giorno già si accorcia, ma la magia della breve notte artica può ancora essere percepita nella “Ijahis Idja” con il meglio della musica Sámi così come con esempi di musica di altri popoli indigeni di queste zone artiche del mondo.

Leggi tutto

Informazioni

 La Rondine riparte nel luglio 2017 in una veste nuova, ma con 15 anni di servizio: abbiamo iniziato nel lontano 2002, all'epoca Corinna Mologni, da noi intervistata, cantava all'Opera Nazionale di Helsinki nella Rondine di Puccini. Ci sembrò di buon augurio. Da allora tanti collaboratori si sono succeduti, molti sono migrati nuovamente, qualcuno fa di meglio. A tutti un grazie per un servizio informativo prestato volontariamente, per il piacere di farlo.

Pubblicità

Testi

  • Romanzo storico finlandese
  • Profilo di letteratura finlandese
  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • 1