itinerari culturali tra Italia e Finlandia 

Romanzo storico finlandese

 

 

Critiche simili non hanno risparmiato nemmeno l’autrice finno-estone Sofi Oksanen, la cui Purga è il romanzo maggiormente premiato, sia in ambito finlandese sia internazionale, tra le opere succitate.

Grazie alle traduzioni di Nicola Rainò, attualmente i lettori italiani hanno la possibilità di accedere anche alle altre opere della stessa autrice, a quella che possiamo considerare il suo debutto nel genere del romanzo storico, "Stalinin lehmät" (2003; Le vacche di Stalin, trad. it. 2012) e soprattutto a "Kun kyyhkyset katosivat" (2012; Quando i colombi scomparvero, trad. it 2014). A differenza della Lander e della Kettu, che attingono alla storia della Finlandia, la Oksanen considera sua missione quella di familiarizzare la Finlandia e gli altri paesi con la storia estone. L’autrice si concentra principalmente sul periodo dell’occupazione sovietica dei Paesi baltici nel corso del XX secolo dal punto di vista delle donne; nella Purga, inoltre, mette in relazione la tortura sessuale subita dalle donne durante il terrore sovietico e il traffico di donne nei paesi post-comunisti negli anni 1990 del XX secolo. Oksanen stessa ha partecipato a pubblicazioni che trattano il periodo di occupazione sovietica dell'Estonia nello spirito dei saggi storici. Di quanto il genere del romanzo storico sia ancora fortemente legato al sentimento nazionale, dà testimonianza la ricezione delle opere di Sofi Oksanen in Estonia, dove tra le eco suscitate dalle sue opere possiamo trovare sia laudi entusiaste sia accuse di improbabilità ed errori. Alcuni storici si sono schierati dalla parte dell’autrice, sostenendo che un’opera letteraria non può essere assoggettata ai requisiti della “verità storica”. È interessante notare come la Oksanen non abbia in qualche modo rinunciato alla responsabilità per la “storicità” della sua testimonianza letteraria della storia estone, né abbia contestato l'aspetto di genere della sua autorialità e del contenuto dei suoi romanzi storici, che viene spesso sottolineato - a differenza di quanto abbiano fatto altre autrici finlandesi di romanzi storici.
Gli eventi (non solo) della storia finlandese, sia lontana sia più recente sono trattati anche da altre autrici finlandesi in romanzi spesso di difficile classificazione. Da un punto di vista letterario, la più significativa di queste opere è il romanzo di Kristina Carlson (1949, nella foto) "Herra Darwinin puutarhuri" (2009; Il giardiniere del signor Darwin), una sonda intellettualmente stimolante nella storia delle idee, una storia poetica e coinvolgente sulla tragedia dei destini umani.

Si può solo sperare che il pubblico italiano possa presto conoscere anche le autrici (e gli autori) finlandesi dei romanzi storici scritti in svedese (Ulla-Lena Lundberg, 1947, Kjell Westö, 1961), dal punto di vista della minoranza svedofona della Finlandia. Questi romanzi permettono una visione relativamente diversa del rapporto tra il genere del romanzo storico “classico” e l'identità nazionale; un punto di vista radicalmente dissimile, tuttavia, è quello offerto dalle autrici sámi (Kirste Paltto, 1947), testimonianza della posizione delle minoranze colonizzate.

(La Rondine - 20.3.2016)

ALTRI ARTICOLI Tenere premuto il tasto SHIFT per caricare tutto Caricare tutto

Eventi

  • Markku Piri a Villa Borghese
  • Lapponia, “notte senza notte”
  • 100 anni di foto

Prosegue fino al 17 settembre a Roma la mostra dell’artista finlandese Markku Piri "Vetro & Dipinti. Un finlandese all’Aranciera di Villa Borghese", inaugurata alla presenza dell’Ambasciatore della Finlandia Janne Taalas, dell’artista e della curatrice Ritva Röminger-Czako.

Leggi tutto

SlinCraze

La cittadina di Inari, nella Lapponia finlandese, sulle sponde dell’omonimo grande lago, ospita dal 18 al 20 agosto la 14a edizione del Festival multiculturale “Ijahis Idja”; il nome del Festival, nella lingua Sámi del Nord, vuol dire ‘notte senza notte’. Qui nel mese di agosto il giorno già si accorcia, ma la magia della breve notte artica può ancora essere percepita nella “Ijahis Idja” con il meglio della musica Sámi così come con esempi di musica di altri popoli indigeni di queste zone artiche del mondo.

Leggi tutto

Luci e ombre, vizi e virtù della Finlandia. Una storia fotografica al Museo Nazionale

In Finlandia proseguono le celebrazioni del centenario dell'indipendenza, e le iniziative per ricordare e valorizzare la storia culturale del Paese sono numerose. Una mostra fotografica presso il Museo Nazionale di Helsinki, Finlandia pubblica e segreta, apre una finestra su alcuni eventi non proprio accattivanti - ma storicamente significativi - che hanno dato forma al paese durante il secolo scorso.

Leggi tutto

Informazioni

 La Rondine riparte nel luglio 2017 in una veste nuova, ma con 15 anni di servizio: abbiamo iniziato nel lontano 2002, all'epoca Corinna Mologni, da noi intervistata, cantava all'Opera Nazionale di Helsinki nella Rondine di Puccini. Ci sembrò di buon augurio. Da allora tanti collaboratori si sono succeduti, molti sono migrati nuovamente, qualcuno fa di meglio. A tutti un grazie per un servizio informativo prestato volontariamente, per il piacere di farlo.

Pubblicità

Testi

  • Il "Kalevala" e la poesia popolare finlandese
  • Romanzo storico finlandese
  • Profilo di letteratura finlandese

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del "Kalevala" e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all'Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente-Čapkova nell'Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell'Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

È stata pubblicata di recente la IX Appendice dell'Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente-Čapková. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale - Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l'Accademia, vale a dire l’Università di Turku / Åbo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Video

  • Sofi Oksanen

Intervista a Sofi Oksanen prima della pubblicazione del suo romanzo "La purga" in italiano.

La intervistiamo in luoghi di Helsinki da lei frequentati, a cominciare dal quartiere in cui vive, il Kallio.

Leggi tutto
Top UK Bookmakers b.betroll.co.uk betfair
How to get bonus http://l.betroll.co.uk/ LB

FIN • ITA

  • 1